Comune di Castelpagano

immagine

Il comune si trova a 65 km dall'autostrada Napoli-Bari, uscita al casello di Benevento e proseguendo per la nazionale S.S. 88 (bivio di Castelpagano).La stazione FS più vicina è quella di Santa Croce del Sannio sulla linea Campobasso-Benevento-Napoli. Vi sono collegamenti giornalieri per Benevento (7 corse giornaliere nell'orario estivo e 7 nell'orario invernale), per Campobasso (7 corse giornaliere nell'orario estivo e 7 nell'orario invernale) e per Napoli (1 corsa nell'orario estivo e 1 nell'orario invernale).

Il comune è raggiungibile anche mediante autobus di autolinee private sulla linea Castelvetere-Val Fortore-Benevento, con collegamenti per Benevento (3 corse giornaliere nel periodo estivo e 3 corse nel periodo invernale). Le origini di Castelpagano possono essere collocate al tempo della conquista del Sannio da parte dei Romani. La presenza del nucleo abitato è documentata da due statuine bronzee di Eracle, rinvenute a Castelpagano e conservate nel Museo del Sannio a Benevento. Queste sono esemplari di arte italica nell'area sannitica del V secolo a.C.

immagine
Le origini di Castelpagano possono essere collocate al tempo della conquista del Sannio da parte dei Romani. La presenza del nucleo abitato è documentata da due statuine bronzee di Eracle rinvenute a Castelpagano e conservate nel museo del Sannio a Benevento. Questi sono esemplari di arte italica nell'area sannitica del V secolo a.C. L'aggettivo paganum, specificativo del castello, fa ritenere che i romani avessero edificato una torre (castello) nel pagus preesistente. Il terremoto del 369 d.C. sconvolse tutto il Sannio cancellando le tracce della civiltà e scomparvero così sia il pago che la torre romana di cui non rimane più alcuna traccia. 
Castelpagano, sotto il dominio dei Longobardi dal 667, apparteneva al castaldato di Boiano Campobasso, facente parte del ducato longobardo di Benevento. Nel 1059 però i Normanni conquistarono l'Italia meridionale cacciando sia i Longobardi che i Saraceni e i Bizantini. 
 
immagine
La prima data storica di questo comune è incisa su una pietra angolare sita ora in un edificio privato. Su questa si legge a.d. 1087, senza dubbio la data di fondazione dell'edificio stesso. Dopo la battaglia di Benevento del 1266, che sancì la sconfitta degli Svevi, Castelpagano passò sotto il dominio degli Angioini e quando questi, nel 1440, furono sconfitti dagli Aragonesi, fu concesso alla famiglia Del Balzo, di parte aragonese. Per circa tre secoli Castelpagano rimase sotto il dominio della famiglia Del Balzo passando poi alla famiglia Mormile. Infine il feudo fu ereditato dalla casa Coppola dei duchi di Canzano che presero il titolo di duchi di Castelpagano. 
 
immagine
All'inizio del XVI secolo Castelpagano passò sotto la dominazione spagnola; nel 1656 la peste bubbonica decimò la popolazione, funestata poi dallo spaventoso terremoto del 5 giugno 1688. Nel 1807 fu abolito il feudalesimo e fu fondato l'odierno comune. Nel 1809 il comune di Castelpagano passò alla provincia di Molise e nel 1861 fu aggregato alla provincia di Benevento.
 
 
 
 
 
Contatti

IndirizzoVia Roma, 7, 82024 Castelpagano BN
Telefono: +39 0824 935205

Fax         :  +39 0824 935217
E-mail    :  castelpagano@pec.cstsannio.it
Sito web: www.comunecastelpagano.net

 

Logo Regione Campania

© Comunità Montana Titerno e Alto Tammaro 2013